Skip to main content

Citizen Science 2024

Si riparte! Al via la nuova campagna, con una rotta inedita: la Barcellona-Tangeri

In questi giorni ricomincia ufficialmente la campagna di Citizen Science 2024 di LIFE Conceptu Maris, grazie a cui i cittadini più sensibili alle tematiche affrontate dal progetto, dopo aver frequentato un corso online di formazione, possono salire insieme ai ricercatori a bordo dei traghetti lungo una delle 17 rotte disponibili e dare così il proprio contributo nei monitoraggi di cetacei e tartarughe. La principale novità di quest’anno è l’apertura della tratta tra il porto spagnolo di Barcellona e quello marocchino di Tangeri, effettuata a bordo dei traghetti GNV. Dal 2018 la tratta è seguita dal team dell’Università di Barcellona e, dal 2023, in collaborazione con l’Università di Valencia nell’ambito di Conceptu Maris. Si tratta della rotta più lunga del progetto (circa 30 ore per ciascuna tratta), durante la quale si attraversano habitat diversificati e si ha la possibilità di incontrare molte specie. Partendo da Barcellona, il percorso attraversa il cosiddetto “Corridoio di migrazione dei cetacei“, una zona di speciale protezione poiché interessa la rotta migratoria delle balenottere comuni e “ospita” anche altre specie di cetacei, come capodogli, tursiopi e stenelle striate. La rotta attraversa poi il Mar di Alboran, area scarsamente studiata ma ricca di cetacei, dove sono frequenti gli avvistamenti di grampi e globicefali e gli incontri con grandi gruppi di delfini comuni.

Infine, prima di arrivare sulle coste marocchine, la rotta passa nello stretto di Gibilterra, una zona dove convergono le correnti e si accumulano nutrienti che richiamano non solo specie mediterranee ma occasionalmente anche specie atlantiche come le orche. Oltre ai cetacei, la Barcellona-Tangeri offre l’opportunità di osservare altre specie, come la tartaruga Caretta caretta, e, soprattutto in prossimità dello Stretto, diversi uccelli marini e uccelli migratori.